• Stampa

Approvazione modifiche Statutarie

Dalla Prefettura di Udine l'approvazione delle modifiche statutarie – art. 2 del D.P.R. 361/2000.

 

approvazione statuto

  • Stampa

ELENCO DELEGATI ELETTI NEI COMITATI DI RAZZA P.R.I.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (DELEGATI_ELETTI_COMITATI.pdf)ELENCO DELEGATI ELETTI NEI COMITATI DI RAZZA P.R.I.30 Kb

COMITATO DI RAZZA

Delegati

n.

Liguria – Piemonte – Valle d’Aosta

CACCIOLATTI CLAUDIO - CROSETTI GIUSEPPE - FAUDA CLAUDIO - LAVARINI GIORGIO - MAGLIANA ANDREA

5

Lombardia

BUFFOLI ALBERTO - FALLINI MICHELE - MURADA FLAVIO

3

Bolzano

GARTNER WALTER – GROSS ALOIS - HEINZ ALBERT – HOFER DANIEL – KRITZINGER WILFRIED - PIRPAMER FRANZ - RABENSTEINER WALTER - TASCHLER HANNES - TREYER MICHAEL

9

Trento

ALBASINI STEFANO - DELLAGIACOMA PAOLO - PERLOT LUCA

3

Veneto

DE BONA ALESSANDRO - LELLO STEFANO - MASCARELLO IVAN - TEZZA DIEGO - TREVISAN MARCO

5

Friuli Venezia Giulia

AMBROSIO FRANCO - BIANCHINI FABRIZIO - BOTTUSSI GIULIANO - GANDIN MICHELE - PARAVANO DIEGO - TOTIS MATTEO - ZOFF GIUSEPPE

7

Emilia Romagna

CASALI STEFANO - LIVERANI GIUSEPPE

2

Marche – Toscana – Umbria

 DI MULO ROBERTO FILIPPO - ROSCINI DANIELE

2

Abruzzo – Campania – Lazio – Molise – Sardegna

 DOMENICONE FEDERICO - MARINI MARIO - RICCIUTO GIACINTO

3

Basilicata – Calabria – Puglia

ABBRUZZESE SALVATORE - BORGHESE SANTE - CARBONE GIUSEPPE

3

Sicilia

ANTOCI VINCENZO - BARRECA MARIA - PISANA GIUSEPPE

3

   

45

 

 

  • Stampa

Indici Aprile 2019

Uscita APRILE 2019

Di Degano Lorenzo

Primo turno di valutazione del 2019 ricco di novità in quanto per la prima volta, per tutti i tori nazionali provati o giovani che siano, sono disponibili degli indici genetici per i caratteri fertilità e longevità; questo grazie all’approvazione da parte della CTC dei rispettivi modelli di valutazione genetica avvenuta a fine marzo. Informazioni aggiuntive che consentono meglio di qualificare i riproduttori nazionali. A tal proposito in futuro è in calendario la revisione dell’IDA, finalizzata all’introduzione di nuovi caratteri di cui prima. Si tratta di un lavoro importante che richiede tempo in virtù della necessità di dover studiare le relazioni genetiche esistenti tra i caratteri di possibile interesse selettivo.

Entriamo nel merito dell’uscita di Aprile andando a vedere le prime 100 posizioni della classifica a IDA. Herzschlag e la sua progenie la fa da padrone sia nella classifica a nazionale che nella classifica tedesca. Una linea di sangue dove il merito genetico per la produzione di latte e quella carne è al top; questo non fa che confermare quanto visto nella precedente uscita di dicembre 2018. Se da un certo punto di vista questo può rappresentare un aspetto positivo, disporre di animali al top per le due principali attitudini obiettivi di selezione, da un altro punto di vista può rappresentare, se non adeguatamente gestito, un problema. Forse dirò cose banali, ma è il caso, sia in sede di scelte aziendali che di popolazione, di differenziare comunque le linee di sangue anche se nelle prime posizioni della classifica vengono evidenziati riproduttori appartenenti alla medesima famiglia. Concentrarsi su poche linee di sangue può, a lungo andare, determinare problemi legati ad innalzamento dei livelli di consanguineità, con tutto ciò che ne consegue. Secondariamente, qualsiasi riproduttore e i suoi discendenti presenta dei punti di forza ma anche punti deboli; va da se che limitare la scelta ai soggetti di una famiglia porta si a migliorare le caratteristiche per le quali la famiglia eccelle, ma, contemporaneamente, ad evidenziare anche i difetti. Come in ogni cosa il buon senso deve essere il principio guida nelle scelte, ivi comprese quelle che riguardano la selezione della propria mandria.

  • Stampa

Icar

Siamo orgogliosi di comunicare che l'ANAPRI è diventato un Centro accreditato ICAR per la verifica delle parentele dei soggetti di razza Pezzata Rossa per i quali è disponibile il genotipo. D'ora in poi l'ANAPRI potrà verificare ufficialmente le genealogie dei soggetti presenti in Libro Genealogico.

Logo to ANAPRI Italian Pezzata Rossa



Sito:
https://www.icar.org/index.php/whats-new-post/

Twitter:

https://twitter.com/ICAR_Committee

  • Stampa

Primo grado

ANAPRI si trasforma in ENTE SELEZIONATORE associando direttamente gli ALLEVATORI

Nell’assemblea dei soci in seduta straordinaria, tenutasi a Udine presso la sede ANAPRI sabato 22 dicembre, si è compiuta una trasformazione epocale dell’associazione nazionale allevatori di Pezzata rossa italiana (ANAPRI), nella quale le associazioni allevatori territoriali, prima APA oggi ARA, lasciano la compagine associativa per far entrare direttamente gli allevatori.

Un passaggio importante che disegna un nuovo futuro per l’associazione di questa razza, fondato su un rapporto diretto con i suoi allevatori e che ottempera agli orientamenti del nuovo decreto legislativo 52/2018 che prevede appunto la trasformazione in ente di primo grado; lo stesso decreto prevede inoltre la specializzazione dei ruoli tra enti selezionatori da una parte per l’attuazione dei programmi genetici, e gli enti addetti alla raccolta dei dati dall’altra. I vecchi soci, le ARA/APA, sono infatti addetti alla raccolta dei dati, funzione fondamentale per l’attuazione dei programmi genetici, ma che rispetto ai quali non ci deve essere legame, in nome della terzietà dei dati raccolti e utilizzati.

L’assemblea è stata molto partecipata, con la presenza di 18 soci su 23 totali, provenienti da quasi tutte le regioni italiane, testimoniando l’interesse verso il futuro dell’associazione. Erano presenti infatti i presidenti delle Associazioni Regionali Allevatori del Friuli-V.G., di Bolzano, Trento, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Puglia, Campania e le restanti erano rappresentate per delega.

Il presidente Moras Franco nel ringraziare tutti i presenti non ha nascosto la soddisfazione per il risultato raggiunto con questa trasformazione, che vede, per il futuro, gli allevatori di Pezzata Rossa Italiana ancor di più al centro di tutta l’attività di ANAPRI. In particolare, ha voluto ringraziare l’intero consiglio direttivo composto da 9 allevatori, tutti di diverse regioni italiane, che hanno condiviso con lui questa modifica dello statuto sociale, non senza ostacoli di ordine politico-organizzativo. Quando si compiono trasformazioni importanti come questa, bisogna cercare di stabilire nuovi equilibri senza stravolgere i precedenti e questo non è sempre facile.

Il direttore Vicario Daniele ha sottolineato che con questa trasformazione inizia una nuova era, molto impegnativa perché ricca di nuove sfide, prima fra tutte quella di adeguare in tempi rapidi l’operatività dell’associazione a misura di una nuova compagine associativa di oltre 3000 allevatori presenti sull’intero territorio nazionale. Inoltre, la sfida sarà anche in ambito internazionale perché questa riorganizzazione discende dal nuovo regolamento europeo 1012/2016 che prevede anche la possibilità per gli allevatori di aderire ad organizzazioni estere. L’obiettivo di ANAPRI e dell’intero sistema allevatori è quello di tenere uniti gli allevatori nelle organizzazioni italiane per ciascuna razza o specie, ma per riuscirci bisognerà essere capaci di dare servizi di qualità nel settore della genetica e dimostrare di avere un programma genetico capace di dare risultati tangibili.

ANAPRI è pienamente consapevole della difficoltà di questa sfida, ma i risultati ottenuti finora, sia in termini di incremento della popolazione in selezione che di qualità delle produzioni, sono più che incoraggianti. Quasi 10000 vacche incrementate in 10 anni su 60000 totali oggi registrate in Libro Genealogico rappresentano un punto di forza indiscutibile, così come l’incremento della produzione media di latte che oggi supera i 7100 kg per lattazione, quando 10 anni prima superava appena i 6600.

La genetica italiana di questa razza, in particolare del materiale seminale dei tori allevati nei centri di Fiume Veneto (PN) e Moruzzo (UD), sta riscontrando nuovo interesse anche sui mercati esteri; recenti sono le esportazioni di seme in Africa (Camerun, Uganda) e Russia che si vanno ad aggiungere a quelle già consolidate verso la Turchia.

Infine, i prodotti a marchio SOLO DI PEZZATA ROSSA, sia la carne che i formaggi, stanno riscuotendo sempre più interesse tra i consumatori, in particolare in Friuli-V.G. patria di origine di questa razza, ma anche nelle altre regioni italiane; la diversità di questi prodotti è tangibile e apprezzata tanto che i produttori che utilizzano questo marchio sono oggi oltre 30. Non da ultimo, per dare maggiore identità alla carne di Pezzata Rossa è stato recentemente presentato per l’approvazione al Ministero dell’agricoltura, un disciplinare di etichettatura facoltativa delle carni bovine che certifica ufficialmente la razza degli animali da cui proviene la carne.

 

L'Assemblea dei soci in seduta straordinaria svoltasi il 22 dicembre scorso a Udine ha sancito un cambiamento epocale della struttura di ANAPRI facendola diventare Ente di primo grado degli allevatori.

Questo significa che gli allevatori subentrano alle ARA/APA nella base associativa dell’associazione, quindi gli allevatori sono direttamente Soci di ANAPRI.

Si tratta di un nuovo modello organizzativo, previsto peraltro dalla recente normativa sulla riproduzione animale (DLGS 52/2018), il cui risultato sarà certamente una maggiore vicinanza e partecipazione degli allevatori alle attività dell'Associazione ed allo svolgimento dei programmi genetici

Gli allevatori già iscritti al Libro Genealogico sono, salvo recesso, automaticamente soci di ANAPRI. Il diritto di recesso può essere esercitato entro 90 giorni dall’approvazione.

Va evidenziato che, con il nuovo impianto normativo, è importante che gli allevatori aderiscano alla associazione ed iscrivano i propri capi al libro genealogico nazionale in quanto ciò garantisce l’accesso anche ai servizi di raccolta dati nelle proprie aziende (controlli funzionali), svolti con contributo pubblico.

Vista la dimensione attuale di ANAPRI che conta oggi circa 5000 allevamenti con capi registrati in Libro Genealogico, per garantire una adeguata rappresentatività su tutto il territorio nazionale, sono stati previsti i comitati di razza su base territoriale che verranno definiti prossimamente dal comitato direttivo di ANAPRI. Questi comitati di razza saranno delineati su base regionale o inter-regionale in funzione della numerosità degli allevamenti (almeno 50 allevamenti iscritti per poter costituire un comitato di razza); essi dovranno eleggere, durante specifiche assemblee di comitato indette da ANAPRI, i delegati (allevatori) che parteciperanno poi all’assemblea generale. Il numero dei delegati è proporzionale al numero dei capi iscritti in quel comitato di razza.

Con l’adozione di tale modello organizzativo, l’Associazione diviene Ente selezionatore e si pone in linea con il regolamento comunitario 2016/1012 relativo alle condizioni zootecniche e genealogiche applicabili alla riproduzione, e con il citato DLGS 52/2018 contribuendo sempre più al miglioramento genetico della razza e la sicurezza alimentare di prodotti da essa derivati.

  • Stampa

Controlli Fiduciari

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (ComunicazioneAIA.pdf)ComunicazioneAIA.pdf378 Kb
Scarica questo file (MODULO RICHIESTA CF.pdf)MODULO RICHIESTA CF.pdf509 Kb
Scarica questo file (ProtocolloALLEVATORE.pdf)ProtocolloALLEVATORE.pdf251 Kb

CONTROLLI FIDUCIARI LINEA CARNE PER LE REGIONI LAZIO E SICILIA

La CTC ANAPRI in data 20 Dicembre 2017 ha deliberato per le regioni in situazione di criticità organizzativa l'attuazione dei Controlli Fiduciari per la Linea Carne.

E' disponibilie una procedura on-line dove inserire gli eventi.

Per l'adesione ai controlli è necessario compilare il "Modulo richiesta CF" e inviarlo alla mail che trovate scritta nel modulo.

Sportelli

Gli sportelli saranno attivi dal Lunedi al venerdi dalle ore 09.00 alle ore 13.00.

  • Stampa

MasterBreeder2018

L'Az. Agr. LE BOCCEDE ALLEVAMENTO DEL MINELLO di Zobbi Domenico ha ricevuto un nuovo riconoscimento come MASTER BREEDER 2018 per la razza Pezzata Rossa in Emilia Romagna.

L'azienda Le Boccede alleva solo PRI, è cetificata Biologica e nel 2017 ha chiuso le produzioni con una media di 8105 Kg di latte al 3.81% di grasso e 3.42% di proteine con 118 giorni di Parto/concepimento! (dati Bollettino AIA).

Al Sig. Zobbi vanno le congratulazioni di tutta l'Associazione Nazionale Pezzata Rossa!

LeBoccede

 P8B8791

  • Stampa

CTS Moruzzo

LogoCFA Moruzzo

E' on-line il nuovo sito del CENTRO TORI DI MORUZZO!!

Andate a visitarlo al seguente link:Centro tori Moruzzo 

Leggi tutto...

Pagina 2 di 6

Abbonati alla PEZZATA ROSSA
 

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x