• Stampa

Novità

E' uscito il nuovo catalogo tori!

Catalogo tori

 

Disponibile nell'allegato qui sotto!

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Catalogo aprile.pdf)Catalogo aprile.pdf2507 Kb
  • Stampa

Nuovo Regolamento Mostre

E' stato approvato il NUOVO REGOLAMENTO MOSTRE con DM del 23/03/2016.

Nella sezione MOSTRE E MEETINGS trovate tutti gli articoli e le novità!

 

Decreto

  • Stampa

Iran

PEZZATA ROSSA: DAL FRIULI ALL’ IRAN

Solo una ventina di anni fa pensare di esportare le bovine Pezzate Rosse all’estero sembrava una battuta di spirito. Le cose sono oggi radicalmente cambiate e, anno dopo anno, il numero di paesi interessati alla genetica della nostra razza sta aumentando esponenzialmente. Fra questi una terra dalle potenzialità enormi e per un rapido sviluppo economico: l’IRAN.

Inoltre, l’interesse verso i prodotti e il know-how italiano è particolarmente evidente, come constatato di persona dalla governatrice del Friuli, Debora Serracchiani, in sua recente visita in quel paese.

Tre tori di fecondazione artificiale, di alto valore genetico, sono ora in partenza il giorno 15 marzo, da Fiume Veneto (Pordenone), sede del Centro Genetico della Pezzata Rossa Italiana, con un volo aereo diretti a Teheran. Essi Sono il frutto della selezione per la duplice attitudine (latte e carne) che viene svolta presso il centro genetico della Pezzata Rossa in quel di Fiume Veneto (Pordenone). Nascono in tre stalle friulane: nell’ azienda della famiglia Russi a Romans d’Isonzo, in quella della famiglia Novello a Pavia di Udine per finire a Martignacco, nell’azienda della famiglia Totis.

 Va sottolineato che si tratta di riproduttori in grado di trasmettere contemporaneamente alla loro progenie alte produzioni di latte di qualità e carne, pur rimanendo ancora soggetti resistenti , e capaci di adattarsi a  condizioni climatiche e di allevamento più difficili. Proprio quello che richiedono paesi in via di sviluppo dove le razze specializzate incontrano spesso difficoltà di adattamento.

Va sottolineato che si tratta del primo caso in assoluto di esportazione di tori vivi in IRAN, e il fatto che siano della nostra razza è motivo di orgoglio.

Da evidenziare pure che non si tratta di una delle pur lodevoli iniziative volte a regalare beni ad un paese di cui la popolazione necessita, ma di una vera e propria transazione commerciale dove l’acquirente è un centro di fecondazione artificiale iraniano.

 Grazie alla fine delle sanzioni internazionali, questo paese ha ora delle enormi possibilità di sviluppo essendo ricco di materie prime. Oggi l’Iran deve fornire alimenti ad una popolazione numerosa e che, per circa il 25 %, è ancora impiegata in agricoltura. In questo settore il bisogno di moderna tecnologia è fondamentale per il miglioramento delle condizioni di benessere dell’intero paese. Per cui le prospettive future possono essere enormi.

L’ANAPRI è fiduciosa che a questa prima fornitura di riproduttori di Pezzata Rossa, ne seguano altre, per diventare un partner commerciale importante nel settore del miglioramento genetico bovino. 

 

alt

  • Stampa

Estero

LA PEZZATA ROSSA ITALIANA VA A GONFIE VELE ANCHE ALL’ESTERO

 

 

Solo un ventina di anni fa pensare di esportare le PRI all’estero sembrava una battuta di spirito. Le cose sono radicalmente cambiate e, anno dopo anno, il numero di paesi interessati alla genetica italiana sta aumentando esponenzialmente.

 

Nell’ultimo periodo alcune importanti operazioni commerciali sono andate in porto:

A)     In Camerun, paese con il quale l’Anapri e l’ARA del Friuli nonché l’ateneo Udinese, hanno da tempo  un importante accordo di collaborazione tecnica nel settore zootecnico, sono stati venduti 95 embrioni di alto valore genetico a cui vanno sommate 1950 dosi di 8 riproduttori attualmente utilizzati per la maggiore anche da allevatori italiani.

B)      In Kossovo sono stati inviati 3 riproduttori italiani: Gerald, Haker e Valdes. Tre soggetti che hanno terminato il prelievo di seme e già utilizzati nel nostro paese dagli allevatori italiani.  A ciò vanno aggiunte 3000 dosi di seme. Quello con il Kossovo è il secondo invio di genetica italiana e, così come per il Camerun, è la dimostrazione che se vengono messe in atto politiche commerciali serie è possibile mantenere rapporti commerciali duraturi e proficui sia per i venditori che per gli acquirenti.

     C)  Un’altra operazione commerciale importante è l’invio di tre riproduttori che andranno utilizzati in fecondazione artificiale in Iran. Il paese Medio Orientale ha enormi possibilità di sviluppo. Finita l’era delle sanzioni e con un sottosuolo ricco di materie prime, l’Iran deve fornire alimenti ad una popolazione numerosissima e che, per circa il 25 %, è ancora impiegata in agricoltura. In questo settore il bisogno di moderna tecnologia è fondamentale per il miglioramento delle condizioni di benessere dell’intero paese. Per cui le prospettive future possono essere enormi.

      Come si vede, piano piano, la PRI si sta facendo conoscere anche all’estero. 

 

Leggi tutto...

Pagina 6 di 8

Abbonati alla PEZZATA ROSSA
 
UE MIPAF AIA 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x