• Stampa

ELEZIONE Comitati di Razza

Comitato di Razza
- BASILICATA - CALABRIA - PUGLIA -

18 APRILE 2019 - Putignano (BA)

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • ABBRUZZESE SALVATORE nato a Acri (CS) il 04.03.1957 e residente a ACRI (CS)
  • BORGHESE SANTE nato a Putignano (BA) il 23.12.1971 e residente a CASTELLANA GROTTE (BA)
  • CARBONE GIUSEPPE nato a Tricarico (MT) il 20.02.1981 e residente a VAGLIO BASILICATA (PZ)

 

Comitato di Razza
- ABRUZZO - CAMPANIA - LAZIO - MOLISE - SARDEGNA -

17 APRILE 2019 - Onna L'AQUILA (AQ)

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • MARINI MARIO nato a Roma (RM) il 21.05.1966 e residente a ROMA (RM)
  • CRICCIUTO GIACINTO nato a Campobasso (CB) il 10.04.1983 e residente a LIMOSANO (CB)
  • DOMENICONE FEDERICO nato a Penne (PE) il 18.08.1985 e residente a PENNE (PE)

 

Comitato di Razza
LIGURIA - PIEMONTE - VALLE D'AOSTA

14 APRILE 2019 - CASELETTE (TO)

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • CACCIOLATTI CLAUDIO nato a Saluzzo (CN) il 14.05.1963 e residente a SALUZZO (CN)
  • CROSETTI GIUSEPPE nato a Saluzzo (CN) il 28.06.1978 e residente a REVELLO (CN)
  • FAUDA CLAUDIO nato a Ciriè (TO) il 08.01.1994 e residente a ALA DI STURA (TO)
  • LAVARINI GIORGIO nato a Omegna (VB) il 18.05.1975 e residente a ARMENO (NO)
  • MAGLIANA ANDREA nato a AVIGLIANA (TO) 31.03.1980 e residente a ALMESE (TO)

 

Comitato di Razza
- EMILIA ROMAGNA -

10 APRILE 2019 - REGGIO EMILIA (RE)

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • CASALI STEFANO nato a Baiso (RE) il 21.08.1962 e residente a REGGIO EMILIA (RE)
  • LIVERANI GIUSEPPE nato a Russi (RA) il 12.04.1949 e residente a CONVENTELLO-GRATTACOPPA (RA)

 

Comitato di Razza
- Provincia Autonoma di TRENTO -

09 APRILE 2019 – TRENTO (TN)

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • ALBASINI STEFANO nato a Cles (TN) il 14.01.1972 e residente a RABBI (TN)
  • DELLAGIACOMA PAOLO nato a Cavalese (TN) il 09.02.1993 e residente a PREDAZZO (TN)
  • PERLOT LUCA nato a Trento (TN) il 15.02.1991 e residente a FAI DELLA PAGANELLA (TN)

 

Comitato di Razza
- LOMBARDIA -

08 APRILE 2019 – Sondrio

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • BUFFOLI ALBERTO nato a Gavardo (BS) il 28.06.1974 e residente a VOBARNO (BS)
  • FALLINI MICHELE nato a Samolaco (SO) il 03.11.1969 e residente a SAMOLACO (SO)
  • MURADA FLAVIO nato a Albosaggia (SO) il 09.09.1951 e residente a ALBOSAGGIA (SO)

 

Comitato di Razza
- FRIULI VENEZIA GIULIA-

05 APRILE 2019 - Codroipo (UD)

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • AMBROSIO FRANCO nato a Cordovado (PN) il 28.02.1959 e residente a CORDOVADO (PN)
  • BIANCHINI FABRIZIO nato a Udine (UD) il 27.02.1975 e residente a TALMASSONS (UD)
  • BOTTUSSI GIULIANO nato a Cividale del Friuli (UD) il 20.09.1979 e residente a CIVIDALE DEL FRIULI (UD)
  • GANDIN MICHELE nato a Monfalcone (GO) il 28.01.1981 e residente a SAN PIER D’ISONZO (GO)
  • PARAVANO DIEGO nato a Udine (UD) il 27.12.1985 e residente a MORTEGLIANO (UD)
  • TOTIS MATTEO nato a Udine (UD) il 04.01.1987 e residente a MARTIGNACCO (UD)
  • ZOFF GIUSEPPE nato a Cormons (GO) il 06.09.1955 e residente a CORMONS (GO)

 

Comitato di Razza
- MARCHE - TOSCANA - UMBRIA -

30 marzo 2019 - Umbriafiere a Bastia Umbra (Pg)

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • DI MULO ROBERTO FILIPPO nato a FLORESTA (ME) il 08.06.1967 e residente a AMANDOLA (FM)
  • ROSCINI DANIELE nato a MARSCIANO (PG) il 21.09.1981 e residente a DERUTA (PG)

 

Comitato di Razza
- VENETO -

27 marzo 2019 - Pedavena (BL)

ELENCO DEI DELEGATI ELETTI:

  • DE BONA ALESSANDRO nato a BELLUNO (BL) il 30.11.1960 e residente a BELLUNO (BL)
  • LELLO STEFANO nato a SAN VITO AL TAGLIAMENTO (PN) il 14.12.1979 e residente a GRUARO (VE)
  • MASCARELLO IVAN nato a CITTADELLA (PD) il 16.01.1985 e residente a GAZZO PADOVANO (PD)
  • TEZZA DIEGO nato a TREGNAGO (VR) il 13.06.1990 e residente a TREGNAGO (VR)
  • TREVISAN MARCO nato a CITTADELLA (PD) il 06.03.1987 e residente a ROSSANO VENETO (VI)
  • Stampa

Comitato di Razza SICILIA

Si comunica che nel giorno

SABATO 11 MAGGIO 2019 alle ore 10.00

presso la Sala Riunioni DELL'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia-Area Territoriale Ragusa, P.le Dott. Giovanni Nifosi s.n., S.P. 10 Km 1.3, RAGUSA, in unica convocazione, è convocata l'Assemblea del COMITATO DI RAZZA della SICILIA.

Ordine del giorno, delega e regolamento per l'elezione dei delegati sono reperibili nell'Allegato qui sotto.

N.B.

  • La DELEGA è valida solo se accompagnata dalla CARTA DI IDENTITA del DELEGANTE;
  • Possono partecipare all’elezione dei delegati solo i soci allevatori che hanno almeno 2 bovine di razza PRI in età riproduttiva (art.5 dello statuto) con riferimento alla consistenza rilevata al 31.12.2018;
  • nel caso di ditte individuali la rappresentanza attraverso un familiare deve essere dimostrata con delega firmata dell’intestatario della ditta individuale.
  • Stampa

Icar

Siamo orgogliosi di comunicare che l'ANAPRI è diventato un Centro accreditato ICAR per la verifica delle parentele dei soggetti di razza Pezzata Rossa per i quali è disponibile il genotipo. D'ora in poi l'ANAPRI potrà verificare ufficialmente le genealogie dei soggetti presenti in Libro Genealogico.

Logo to ANAPRI Italian Pezzata Rossa



Sito:
https://www.icar.org/index.php/whats-new-post/

Twitter:

https://twitter.com/ICAR_Committee

  • Stampa

Primo grado

ANAPRI si trasforma in ENTE SELEZIONATORE associando direttamente gli ALLEVATORI

Nell’assemblea dei soci in seduta straordinaria, tenutasi a Udine presso la sede ANAPRI sabato 22 dicembre, si è compiuta una trasformazione epocale dell’associazione nazionale allevatori di Pezzata rossa italiana (ANAPRI), nella quale le associazioni allevatori territoriali, prima APA oggi ARA, lasciano la compagine associativa per far entrare direttamente gli allevatori.

Un passaggio importante che disegna un nuovo futuro per l’associazione di questa razza, fondato su un rapporto diretto con i suoi allevatori e che ottempera agli orientamenti del nuovo decreto legislativo 52/2018 che prevede appunto la trasformazione in ente di primo grado; lo stesso decreto prevede inoltre la specializzazione dei ruoli tra enti selezionatori da una parte per l’attuazione dei programmi genetici, e gli enti addetti alla raccolta dei dati dall’altra. I vecchi soci, le ARA/APA, sono infatti addetti alla raccolta dei dati, funzione fondamentale per l’attuazione dei programmi genetici, ma che rispetto ai quali non ci deve essere legame, in nome della terzietà dei dati raccolti e utilizzati.

L’assemblea è stata molto partecipata, con la presenza di 18 soci su 23 totali, provenienti da quasi tutte le regioni italiane, testimoniando l’interesse verso il futuro dell’associazione. Erano presenti infatti i presidenti delle Associazioni Regionali Allevatori del Friuli-V.G., di Bolzano, Trento, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Puglia, Campania e le restanti erano rappresentate per delega.

Il presidente Moras Franco nel ringraziare tutti i presenti non ha nascosto la soddisfazione per il risultato raggiunto con questa trasformazione, che vede, per il futuro, gli allevatori di Pezzata Rossa Italiana ancor di più al centro di tutta l’attività di ANAPRI. In particolare, ha voluto ringraziare l’intero consiglio direttivo composto da 9 allevatori, tutti di diverse regioni italiane, che hanno condiviso con lui questa modifica dello statuto sociale, non senza ostacoli di ordine politico-organizzativo. Quando si compiono trasformazioni importanti come questa, bisogna cercare di stabilire nuovi equilibri senza stravolgere i precedenti e questo non è sempre facile.

Il direttore Vicario Daniele ha sottolineato che con questa trasformazione inizia una nuova era, molto impegnativa perché ricca di nuove sfide, prima fra tutte quella di adeguare in tempi rapidi l’operatività dell’associazione a misura di una nuova compagine associativa di oltre 3000 allevatori presenti sull’intero territorio nazionale. Inoltre, la sfida sarà anche in ambito internazionale perché questa riorganizzazione discende dal nuovo regolamento europeo 1012/2016 che prevede anche la possibilità per gli allevatori di aderire ad organizzazioni estere. L’obiettivo di ANAPRI e dell’intero sistema allevatori è quello di tenere uniti gli allevatori nelle organizzazioni italiane per ciascuna razza o specie, ma per riuscirci bisognerà essere capaci di dare servizi di qualità nel settore della genetica e dimostrare di avere un programma genetico capace di dare risultati tangibili.

ANAPRI è pienamente consapevole della difficoltà di questa sfida, ma i risultati ottenuti finora, sia in termini di incremento della popolazione in selezione che di qualità delle produzioni, sono più che incoraggianti. Quasi 10000 vacche incrementate in 10 anni su 60000 totali oggi registrate in Libro Genealogico rappresentano un punto di forza indiscutibile, così come l’incremento della produzione media di latte che oggi supera i 7100 kg per lattazione, quando 10 anni prima superava appena i 6600.

La genetica italiana di questa razza, in particolare del materiale seminale dei tori allevati nei centri di Fiume Veneto (PN) e Moruzzo (UD), sta riscontrando nuovo interesse anche sui mercati esteri; recenti sono le esportazioni di seme in Africa (Camerun, Uganda) e Russia che si vanno ad aggiungere a quelle già consolidate verso la Turchia.

Infine, i prodotti a marchio SOLO DI PEZZATA ROSSA, sia la carne che i formaggi, stanno riscuotendo sempre più interesse tra i consumatori, in particolare in Friuli-V.G. patria di origine di questa razza, ma anche nelle altre regioni italiane; la diversità di questi prodotti è tangibile e apprezzata tanto che i produttori che utilizzano questo marchio sono oggi oltre 30. Non da ultimo, per dare maggiore identità alla carne di Pezzata Rossa è stato recentemente presentato per l’approvazione al Ministero dell’agricoltura, un disciplinare di etichettatura facoltativa delle carni bovine che certifica ufficialmente la razza degli animali da cui proviene la carne.

 

L'Assemblea dei soci in seduta straordinaria svoltasi il 22 dicembre scorso a Udine ha sancito un cambiamento epocale della struttura di ANAPRI facendola diventare Ente di primo grado degli allevatori.

Questo significa che gli allevatori subentrano alle ARA/APA nella base associativa dell’associazione, quindi gli allevatori sono direttamente Soci di ANAPRI.

Si tratta di un nuovo modello organizzativo, previsto peraltro dalla recente normativa sulla riproduzione animale (DLGS 52/2018), il cui risultato sarà certamente una maggiore vicinanza e partecipazione degli allevatori alle attività dell'Associazione ed allo svolgimento dei programmi genetici

Gli allevatori già iscritti al Libro Genealogico sono, salvo recesso, automaticamente soci di ANAPRI. Il diritto di recesso può essere esercitato entro 90 giorni dall’approvazione.

Va evidenziato che, con il nuovo impianto normativo, è importante che gli allevatori aderiscano alla associazione ed iscrivano i propri capi al libro genealogico nazionale in quanto ciò garantisce l’accesso anche ai servizi di raccolta dati nelle proprie aziende (controlli funzionali), svolti con contributo pubblico.

Vista la dimensione attuale di ANAPRI che conta oggi circa 5000 allevamenti con capi registrati in Libro Genealogico, per garantire una adeguata rappresentatività su tutto il territorio nazionale, sono stati previsti i comitati di razza su base territoriale che verranno definiti prossimamente dal comitato direttivo di ANAPRI. Questi comitati di razza saranno delineati su base regionale o inter-regionale in funzione della numerosità degli allevamenti (almeno 50 allevamenti iscritti per poter costituire un comitato di razza); essi dovranno eleggere, durante specifiche assemblee di comitato indette da ANAPRI, i delegati (allevatori) che parteciperanno poi all’assemblea generale. Il numero dei delegati è proporzionale al numero dei capi iscritti in quel comitato di razza.

Con l’adozione di tale modello organizzativo, l’Associazione diviene Ente selezionatore e si pone in linea con il regolamento comunitario 2016/1012 relativo alle condizioni zootecniche e genealogiche applicabili alla riproduzione, e con il citato DLGS 52/2018 contribuendo sempre più al miglioramento genetico della razza e la sicurezza alimentare di prodotti da essa derivati.

  • Stampa

Nuovo catalogo PRI

E' uscito il nuovo catalogo dei tori Pezzati Rossi! Scaricatelo dall'allegato che trovate qui sotto!!

catalogo

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Catalogo PRI GENNAIO 2019.pdf)Catalogo PRI GENNAIO 2019.pdf3722 Kb
  • Stampa

Giovani Tori

In allegato l'elenco dei tori giovani disponibili
e in distribuzione in questo momento:

EDY, WILLINGTON, WATERS, PINTURICCHIO.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (1°ciclo 2019 Giovani Tori PRI.pdf)1°ciclo 2019 Giovani Tori PRI.pdf130 Kb
  • Stampa

Nuova uscita indici Dicembre 2018

Nuovi indici dicembre 2018

Terzo ed ultimo turno di valutazione per il 2018, con interessanti novità e conferme riguardo ai tori nazionali. Prima di scendere nel dettaglio alcune considerazioni di tipo generale. Si conferma la limitata presenza di tori provati nelle prime posizioni della classifica internazionale top 100 a IDA che vede la presenza di 9 riproduttori con figlie. Niente di significativamente diverso da quanto si può vedere nella classifica prodotta in Germania-Austria-Repubblica Ceca dove sono 13 i tori provati nelle prime 100 posizioni. Un'altra considerazione è la presenza nella Top100 del toro austriaco HERZSCHLAG (7° posto) unitamente a suoi 34 figli, di cui 4 italiani. Si tratta della prima prova sulle figlie (139) di questo toro e visto il suo vasto utilizzo (quasi 60 figli selezionati su 855 genotipizzati) possiamo dire, con un certo sollievo, che la valutazione genomica in questo caso è stata brillantemente confermata. A tal proposito sottolineo come nella scelta dei tori, genomici in particolare, sia necessario cercare di spaziare su più tori e su più linee di sangue in modo da minimizzare il rischio di brutte sorprese, sempre possibili, derivanti da una attendibilità degli indici non elevata e non paragonabile a quella dei tori provati con tante figlie. Quindi anche se nelle primissime posizioni troviamo diversi figli dello stesso toro cercate di differenziare la scelta tra soggetti afferenti a linee di sangue diverse.
Passando alle faccende di casa nostra, sono 12 i tori nazionali, di cui uno provato ULISSE che sono presenti nella top 100 internazionale. Un risultato più che positivo se si tiene conto della dimensione contenuta della nostra popolazione. Fa pensare il fatto che i tori Montbeliarde siano rappresentati da un solo riproduttore nella top 100 internazionale, a differenza di anni fa quando la loro presenza era più che significativa.

Tori con figlie.

Scendendo nel merito di alcuni tori, limiterei i commenti e i suggerimenti per gli acquisti ai tori provati, dato il continuo turnover dei tori genomici. Ricordo che la risorsa genomica è tale solo se vi è un suo utilizzo equilibrato; il modus operandi che suggerisco è prima quello di individuare i propri obiettivi di selezione e poi di individuare un gruppo consistente di tori che rispondo a tali requisiti. Operando in questo modo i risultati non tarderanno ad arrivare.
Veniamo ora i tori provati del momento:

ULISSE (Urbaniste*Poldi): Primo toro provato nazionale con figlie da diverse uscita ai vertici della classifica internazionale; si caratterizza per una notevole spinta a latte (+1.143 kg); migliora inoltre la conformazione della mammella (110), le cellule somatiche (107) e la % di proteine (+0,06%). E' da impiegare su bovine muscolose con qualità delle produzioni in termini di percentuale di grasso di primo livello.
ELSO (Wille*Granado): conferma la valutazione rispetto all'uscita precedente, riproduttore figlio di una vacca da copertina, una Granado, che nel lontano 2011 venne giudicata, durante il congresso Europeo della Simmental, come la migliore. Toro interessante in quanto equilibrato. Positivo a latte (+581 kg), grasso (+0,16) e proteine (+0.11), conferisce una buona morfologia funzionale in virtù di indici per arti & piedi e mammella rispettivamente pari a 109 e 108. Per gli interessati, degno di nota il fatto che sia anche un toro A2A2 per la beta caseina. Fare attenzione alla consanguineità visto il padre WILLE che ha numerosi figli e nipoti e oltre 2100 figlie indicizzate in Italia.

IT093990156233 pasut ELSO

filia di Elso


SCHUBERT (Schumi*Rau): toro alla prima uscita figlio di un riproduttore nazionale (Schumi), presenta un'ottima spinta a latte (+823 Kg) ed è in sostanza indifferente a titoli. Presenta un indice mammella positivo (111); deve essere utilizzato su bovine con arti in ordine. Al pari di Elso è un toro A2A2, caratteristica che molti allevatori stanno cercando di selezionare nella propria mandria.

IT093990165708 az.stella SCHUBERT pascolo

filgia di Schubert


VINCENZO (Wille*Rau): Toro dalla buona spinta a latte (+737 Kg), presenta contemporaneamente anche una buona attitudine carne con un indice Performance test di 118 e un indice muscolosità vacche di 111. Si tratta quindi di un riproduttore equilibrato tra le due attitudini che, come i due che lo hanno preceduto, è A2A2 a beta caseine. Per evitare la consanguineità vale lo stesso discorso di ELSO essendo anche lui figlio di WILLE. Inoltre, si raccomanda di usarlo su vacche con buone mammelle.

IT09399015623 pasut VINCENZO

figlia di Vincenzo


MASSIMILIANO (Huascaran*Rustico): Toro la cui valutazione internazionale conta ben 2.089 figlie indicizzate e tre figli maschi selezionati. Positivo a latte (+733 kg) deve essere accoppiato a bovine che fanno del contenuto in grasso il loro punto di forza. Estremamente positivo a cellule (111), le sue figlie si caratterizzano mediamente per avere una taglia contenuta, muscolosità (106) e arti (107) sopra la media e una mammella di buona qualità (108). Attenzione a non accoppiarlo con madri probabili portatrici di trombopatia. Può essere accoppiato con tranquillità alle manze.
Da sottolineare il fatto che Schubert, come Elso, sono due tori che vedono la presenza di due riproduttori nazionali nel loro pedigree, rispettivamente SCHUMI e GRANADO, a testimonianza della qualità del lavoro che si sta portando avanti anche a livello nazionale.

Tori senza figlie.
Come detto in precedenza, ad oggi il primo toro genomico in classifica è CTM HERMES (Herzschlag*Witzbold), seguito da CTM VERVE e da CTM JANKTO; in quarta posizione si classifica il toro CTM WILLINGTON (Wobbler*Mammut) un toro molto interessante selezionato da poco, insomma una novità dell'ultimo momento. Poiché la classifica dei tori genomici è in continuo movimento, grazie alla selezione mensile di tori giovani che vanno ad inserirsi nelle posizione di vertice, si rimanda agli aggiornamenti pubblicati sul sito ANAPRI (www.anapri.eu) da dove poter scaricare le valutazioni più recenti disponibili. Le medesime informazioni si possono trovare sul sito del centro tori di Moruzzo a cui è demandata la produzione di seme dei tori nazionali (www.ctsmoruzzo.it).
Una nota a margine riguarda l'acronimo CTM che sta a indicare proprio il Centro Tori Moruzzo. La necessità di inserire questo acronimo è dettata dalla volontà di rendere immediatamente riconoscibili i tori selezionati in Italia.

  • Stampa

Azienda Aperta 2018

AZIENDA APERTA A FIUME VENETO

 

Sabato 20 l’Azienda Agricola Sperimentale “Dott. Francesco Ricchieri” ha aperto i portoni alla cittadinanza di Fiume Veneto e non solo. Circa 200 persone hanno preso parte all’ormai tradizionale giornata di “Azienda Aperta” organizzata dall’Associazione Nazionale Allevatori di Pezzata Rossa Italiana (ANAPRI), l’ente che a livello nazionale gestisce il Libro Genealogico e si fa carico di tutte le attività di selezione e promozione di una delle razze bovine più importanti del paese, originaria proprio del Friuli, e che quindi non a caso, ha sede a Udine.

Durante l’evento, patrocinato dal Comune di Fiume Veneto, si sono susseguiti una serie di interventi che hanno approfondito la storia della razza e la qualità dei suoi prodotti. In particolare, il prof. Edi Piasentier docente di Zootecnica speciale all’Università di Udine ha presentato un progetto, finanziato dal PSR FVG con la misura 16.2, per la valorizzazione della filiera regionale della carne di PRI; Alberto Romanzin, tecnico dell’ANAPRI, ha parlato delle proprietà del latte con Beta-Caseine di tipo A2 e del Marchio “Solo di Pezzata Rossa Italiana - A2”; e Sandro Menegon, noto esperto di storia dell’agricoltura e della zootecnia friulana e autore fra l’altro del libro “L’uomo domini sul bestiame … dalla pastorizia alla zootecnia”, ha riassunto ai presenti la storia dell’allevamento della Pezzata Rossa in regione, con particolare attenzione e dovizia di particolari su quanto avvenuto nella Destra Tagliamento. A conclusione delle esposizioni è intervenuto l’Assessore regionale alle risorse agroalimentari Sig. Stefano Zannier che ha rivendicato gli importanti risultati raggiunti in questi primi mesi di amministrazione, su tutti l’importante incremento dei pagamenti PSR, fondi che altrimenti la Regione rischierebbe di dover restituire all’Europa.

Il presidente dell’ANAPRI Sig. Moras oltre a sottolineare il ruolo centrale dell’Azienda Ricchieri nelle attività dell’ANAPRI, ha affermato che queste iniziative sono “un’occasione importante per permettere alla cittadinanza di conoscere le nostre attività, ogni anno in molti partecipano a questo appuntamento, così come molti sono clienti abituali del nostro spaccio di prodotti di Pezzata Rossa. Intendiamo proseguire su questa strada creando anche nuove occasioni di incontro ad esempio organizzando degli appuntamenti ad hoc per spiegare le caratteristiche qualitative della carne di PRI e il modo migliore per prepararla”.

La giornata di festa è proseguita con una visita guidata alle stalle che ospitano oltre ai vitelli e tori candidati riproduttori di PRI anche alcuni soggetti di altre razze a duplice attitudine produttiva, latte e carne, come la Rendena, la Grigio Alpina, la Reggiana e la Modicana, segno che quest’azienda è ormai una struttura di riferimento a livello nazionale non solo per la PRI. A conclusione tutti i presenti hanno potuto degustare una serie di prodotti caseari e di carne ovviamente tutto “Solo di Pezzata Rossa Italiana”.

DSC 0049

Pagina 1 di 5

Abbonati alla PEZZATA ROSSA
 
UE MIPAF AIA 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x