• Stampa

Ulisse

pubb ulisse

  • Stampa

AUGURI E NUOVE INFORMAZIONI

PustraNell'augurare un felice Natale e un sereno 2017, l'ANAPRI è orgogliosa di comunicare a tutti i propri Allevatori che anche nel 2016 vi è stato un aumento di 204 bovine controllate. la produzione di latte aumenta di 93 Kg. la % di grasso + 0,01% così come quella delle proteine.

Pur essendo questi dati AIA ancora non ufficiali dimostrano che la Razza Pezzata Rossa Italiana continua il suo trend positivo non solo in termini di produttività ma anche di apprezzamento da parte degli allevatori nonostante le difficoltà del settore.

 

  • Stampa

Auguri

auguri

  • Stampa

Dalla Rivista...

Un nuovo modello per la valutazione genomica della Pezzata Rossa Italiana

 

Negli anni, grazie ad una intensa attività di ricerca, è stato possibile lo sviluppo di procedure di valutazione genomica sempre più raffinate. L’ANAPRI da subito si è dimostrata interessata ad usufruire di queste nuove metodologie per la selezione dei candidati riproduttori, partecipando in prima persona a progetti di ricerca a respiro nazionale ed internazionale. Ultimo in ordine di tempo è stato il progetto ONE-STEP, iniziato nel 2014 e conclusosi ad inizio 2016, che vedeva coinvolte ANARB, ANAFI e ANAPRI, ed era finalizzato a sviluppare una procedura di valutazione genomica nazionale, comune alle tre principali razze; responsabile scientifico il Dr. Gerald Jansen.

Rispetto alle procedure in uso agli inizi della valutazione genomica nella P.R.I., questo progetto ha portato alla produzione di un nuovo software che consente notevoli migliorie rispetto alle procedure in uso all’epoca. Un primo passo è stato fatto a fine 2015, con l’introduzione della procedura di valutazione genomica SNP-BLUP, ed uno successivo, in data 6 Dicembre 2016 con l’approvazione della metodica ONE-STEP da parte della Commissione Tecnica Centrale.

 

La procedura di valutazione genomica.

La procedura sviluppata dal Dr. Jansen ha consentito un significativo passo avanti rispetto a quanto era disponibile fino al 2015. Da un punto di vista prettamente tecnico, lo sviluppo di questa metodologia ha consentito di rendere la routine della valutazione genomica meno impegnativa in termini di tempi e capacità di calcolo, fatto che consentirà in futuro di rendere più frequente la stima di indici sempre aggiornati.

Uno degli aspetti più importanti è che questo tipo di procedura consente la stima degli indici genomici non solo dei tori ma anche delle vacche, vacche che poi possono entrar a far parte della così detta popolazione di calibrazione, sulla cui base si stimano gli indici delle generazioni future.

Leggi tutto: Dalla Rivista...

Pagina 1 di 7

Abbonati alla PEZZATA ROSSA
 
UE MIPAF AIA 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy
x